Bespoke scalda i motori

È alle porte la seconda edizione di Bespoke, la kermesse dedicata al lusso "su misura" in programma al Palazzo del Ghiaccio, in via Piranesi a Milano, dal 12 al 15 novembre. Organizzato da International Club Exhibitions (I.c.e.), l’evento sarà inaugurato ufficialmente mercoledì 11 con una preview dedicata agli addetti ai lavori.
Saranno un centinaio le aziende presenti su 4mila metri quadri lordi di esposizione (il 35% alla loro seconda prova), che proporranno le varie interpretazione del lusso, con particolare attenzione al concetto di maestria artigiana. "Il 63% di prodotti artigianali nel panorama luxury mondiale è stato eseguito da mani italiane – specifica Maurizio Cavezzali, titolare con Luigi Michelon di I.c.e. –. Vogliamo rappresentare questa realtà propria sia dei grandi nomi, sia delle aziende più piccole".
Bespoke si presenta come un contenitore di "pura eccellenza", con un mix di business, emozioni e cultura da non considerarsi anacronistico rispetto all’attuale situazione economica: "Ė una bellissima iniziativa da giudicarsi positiva in un momento in cui il mercato ha subito un forte rallentamento – ha dichiarato Mario Boselli, presidente della Camera della Moda Italiana –. Una manifestazione di questo taglio si configura nell’ottica di un ‘guardare al futuro’, alla ripresa".
Anche grazie a nomi, tra gli altri, come Rolls Royce, Patek Philippe, Meissen Manufaktur, Franco Ferrari, Giòsa e Royal Cashmere, i promotori hanno l’obiettivo di superare le 10.900 presenze del 2008, oltre a quello di assicurare lunga vita al progetto e di esportarlo al di là dei confini nazionali.
m.c.
stats