Biella riscopre le origini con la mostra "Sul Filo della Lana"

Sarà inaugurata il 20 aprile a Biella la mostra "Sul Filo della Lana", un percorso "multisensoriale" attraverso la storia della lana nell’arte e nell’industria, dal Neolitico all’epoca contemporanea. Curata da Philippe Daverio e allestita da Pierluigi Cerri, l’esposizione al Museo del Territorio Biellese si colloca in un più ampio intervento di valorizzazione dell’importante distretto italiano, che parte della riscoperta delle sue origini e dall’orgoglio del passato.
Il percorso, articolato in tre capitoli, il “Mito”, la “Fantasia” e la “Fabbrica”, condurrà il visitatore attraverso la storia della lana, stimolando più sensi: sarà possibile ammirare, infatti, opere d’arte di tutti i tempi (da Tintoretto a Andy Warhol) ispirate a questo materiale e ai suoi miti, da Arianna agli Argonauti, rivivere l’atmosfera di un lanificio ottocentesco sentendone gli odori e i rumori, toccare con mano tessuti e materiali grezzi e lavorati, e, infine, curiosare fra abiti appartenuti a personaggi storici e divi di Hollywood.
La mostra – organizzata dalla Fondazione Museo del Territorio Biellese e dalla Città di Biella in collaborazione con la Regione Piemonte, la Provincia di Biella e l’Unione Industriali Biellesi, con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio dei Beni Culturali – resterà aperta fino al 24 luglio.
e.a.
stats