Bilancio deludente per Ppr

Chiude con ricavi per 13,8 miliardi di euro il bilancio a nove mesi di Ppr, che così deve mettere in conto un -5% rispetto allo stesso periodo del 2008 (-6,6% a cambi comparabili). Tengono, ma solo nella valutazione a cambi correnti, i business del lusso e dello sportswear: Gucci Group segna un +0,5% e Puma un +0,4%.
Nei nove mesi il Gruppo Gucci totalizza infatti un giro d'affari di 2,46 miliardi di euro (-5,9% a valute costanti). Più in dettaglio, la griffe delle due G accusa un -2,8% a periodi comparabili, frutto della combinazione del trend positivo nei negozi a gestione diretta e di quello negativo per il network wholesale, più esposto alla congiuntura sfavorevole. Se la situazione resta interlocutoria sui mercati storici, il brand fiorentino può tuttora beneficiare di un +11% sugli emerging market, dove ormai realizza il 37% del proprio fatturato (+22% nella sola Cina, dove conta 29 negozi diretti). Quanto a Bottega Veneta, subisce un -9,3% a cambi invariati, su cui pesa la debolezza del wholesale business in Nord America ed Europa, a fronte di un +50% nell'area Asia-Pacifico (escluso il Giappone e con un +33% nella Repubblica Popolare), dove totalizza il 54% delle vendite. Discesa ben maggiore quella di Yves Saint Laurent, con un -14,3% a parità di cambi, mentre gli “altri brand” (dove sono presenti griffe come Alexander McQueen, Stella McCartney e Balenciaga) incassano complessivamente un -11,7%. Per quanto riguarda lo sportswear, Puma segna un -5,9% a periodi omogenei, su cui grava un -11,5% nelle Americhe e un -8,3% nell'Asia-Pacifico (nonostante le buone performance in Cina e India).
Se si guarda il terzo trimestre, il turnover di Ppr, attivo anche nel retail con catene come Fnac e Conforama, è sceso del 7,6% a 4,6 miliardi di euro (-8% a cambi comparabili). Nello stesso periodo Gucci Group ha registrato un -10% a valute costanti, con segni meno anche per le maggiori griffe in portafoglio (-7% Gucci, -11,6% Bottega Veneta e -20% Yves Saint Laurent, a parità di cambi). Su base comparabile la controllata Puma segna invece un -9,8%.
e.f.
stats