Bioera rileva il 30% di Lacote e il 50% di Cdd

Tempo di acquisizioni per Bioera: la società specializzata in prodotti per il benessere naturale, che fa capo alla famiglia Burani, ha rilevato il 30% di Lacote (azienda leader nei prodotti di bellezza a base di fango d'alga) e il 50% di Cdd, attiva nella distribuzione di prodotti da forno, barrette energetiche e snack "bio".
Entrambe italiane, Lacote e Cdd occupano un ruolo di rilievo nei rispettivi campi d'azione. Lacote, che ha chiuso il 2004 con un fatturato di oltre 13,3 milioni di euro (+6,2% rispetto al 2003) presidia con il marchio Guam la nicchia dei ritrovati a base di fango d'alga per la cura del corpo e della pelle: in particolare, detiene una quota pari al 20% del mercato nazionale dei prodotti anti-cellulite e, come si legge in un comunicato, "si caratterizza per una ridotta necessità di investimenti. Si tratta di un brand molto forte dall'altissima riconoscibilità ed è presente in oltre 3 mila erboristerie e circa 1.140 farmacie". Il margine Ebitda di Lacote è superiore al 18% e particolarmente elevato risulta anche l'utile ante-imposte, pari a 2,1 milioni di euro circa.
Quanto a Cdd, Bioera ha comprato dalla famiglia Ferrari il 50% di questa industria di Reggio Emilia, il cui core business sono i prodotti da forno, le barrette energetiche e gli snack salutistici con il marchio proprio "Forneria artigiana", rivolti al canale della grande distribuzione e al "vending" (erogatori automatici di prodotti). "Dall'acquisizione strategica di Cdd - affermano i portavoce di Bioera - sono attese importanti sinergie, con lo scopo di portare il biologico nel 'vending', avviando il cosiddetto 'bio vending' ". Questa operazione è costata a Bioera 5,75 milioni di euro, mentre per il 30% di Lacote sono stati pagati 8,55 milioni di euro.
a.b.
stats