Bloomingdale's aprirà a Dubai i suoi primi store extra-Usa

Saranno inaugurati nel febbraio 2010 i primi department store della celebre insegna americana Bloomingdale's fuori dagli Usa: la location prescelta è il Dubai Mall, un complesso la cui costruzione dovrebbe essere ultimata già entro la fine di quest'anno, destinato a diventare uno dei più grandi shopping centre al mondo.
Il progetto è frutto di un accordo tra la divisione del colosso a stelle e strisce Macy's e Al Tayer Group: una società, quest'ultima, fondata nel 1979, con quartier generale a Dubai e innumerevoli campi d'azione, cui fa capo Al Tayer Insignia, realtà focalizzata sul retail d'altissima gamma, che rappresenta nella regione medio-orientale diversi brand del lusso, come Bulgari, Boucheron, Dolce & Gabbana, Bottega Veneta, Giorgio Armani, Gucci, Sergio Rossi e Yves Saint Laurent. Non solo. Sempre Al Tayer Insignia gestisce il più grande punto vendita Harvey Nichols al di fuori del territorio inglese, presso il Mall of the Emirates di Dubai.
Un partner dalle spalle larghe, dunque, per Bloomingdale's, che ha siglato con Al Tayer un licensing agreement per avviare due punti vendita - rispettivamente di tre piani su una superficie di 14.600 metri quadri e di un piano su 5.400 metri quadri - nel contesto di una sede che si preannuncia spettacolare e che è destinata a superare in sfarzo, ma anche in dimensione, il già impressionante Mall of the Emirates: costruito da Emaar Development Co., il Dubai Mall dovrebbe infatti occupare circa un milione di metri quadri lordi, di cui 380 mila metri quadri dedicati al retail (un migliaio i negozi previsti), nel contesto del Burj Dubai, il grattacielo che diventerà il più alto del mondo, che attualmente ha raggiunto quota 688 metri ma che crescerà ulteriormente. Un building al cui interno giocherà un ruolo significativo anche una griffe italiana, Giorgio Armani, che aprirà qui il suo primo Armani Hotel e una serie di residenze esclusive.
a.b.
stats