Borgosesia ha deciso: Penelope non andrà in Borsa

Il Cda di Borgosesia Spa - holding industriale che detiene partecipazioni nei settori tessile, immobiliare e di risparmio gestito - ha deciso ieri in tarda serata che Penelope Spa, gruppo attivo nella creazione di tessuti greggi e finiti e nella ricerca di tessuti innovativi, non sarà quotata in Borsa come invece annunciato lo scorso novembre.
Il Consiglio di amministrazione, oltre ad aver deliberato di non procedere alla quotazione della sub holding, annuncia di aver avviato trattative per la sua cessione a Delfino Spa, società facente capo alla famiglia Bini che ha avanzato interesse d’acquisto.
La decisione segue una presa di coscienza delle sfavorevoli condizioni dei mercati finanziari da parte di Borgosesia Spa, che conferma così l’obiettivo di concentrare le sue attività nel settore immobiliare e nel risparmio gestito tramite la controllata Borgosesia Gestioni Sgr, che rappresenteranno quindi il core business del gruppo.
Nella stessa seduta, in attuazione del processo di ristrutturazione volto ad assumere la nuova fisionomia di “real estate company”, il Cda ha stabilito l’incorporazione di Borgosesia Real Estate nella holding Borgosesia Spa e il conferimento nel fondo Gioiello, che fa capo a Borgosesia Sgr, delle partecipazioni detenute in Bravo e Realty.
Borgosesia riavvierà quindi, dal prossimo esercizio, investimenti nel settore immobiliare, ma ampliando il proprio raggio d’intervento anche ad attività di sviluppo, di supporto alla produzione di energia, all’agricoltura e a operazioni di “turnaround” finalizzate a risanare e rilanciare le aziende in crisi in Italia e all’estero.
e.b.
stats