Borsa: analisi finanziarie caute sul lusso

"Le aspettative del mercato per l'industria del lusso nel 2002 sono troppo alte". Lo dice l'ultimo report di Morgan Stanley, secondo cui, tuttavia, l'occasione per rivedere in positivo le previsioni potrebbe rivelarsi nella prima parte del 2002.
Da Londra, gli analisti della banca d'affari ritengono che le buone performance delle azioni del settore (+17% quest'anno) arrivino sull'onda di un sentimento generale piuttosto che dai fondamentali societari. Non a caso le "promozioni" a medio-lungo termine dei titoli (overweight per Bulgari, Gucci e Waterford Wedgewood) da parte di Morgan Stanley sono legate primariamente alle valutazioni sul management, e alla capacità di stilare strategie di lungo periodo. Sulla stessa linea, il rating di Swatch è "underweight" perché Morgan Stanley non crede alle scelte strategiche del management, in particolare alla scelta di focalizzarsi sulle aree Luxury e Retail. Una valutazione positiva su Gucci arriva anche da Merrill Lynch. Le stime della banca d'affari vedono un calo del 22% dei profitti nel 2001, e tuttavia anche "nel breve termine - recita il report - Gucci può beneficiare di earning surprise". Merrill Lynch mantiene un rating molto positivo (strong buy) su Tod's, mentre non accoglie positivamente la decisione di It Holding di procedere a un aumento di capitale "che nel breve periodo aggiunge incertezza al titolo del gruppo". Perciò, concludono gli analisti di Merrill Lynch, "manteniamo il giudizio di reduce/sell sulle azioni It Holding, nonostante da inizio anno il titolo abbia già perso il 30%".
l.t.
stats