Boselli: "A Milano le fiere di settore devono anticipare le date"

"Mettere mano al calendario": è la "ricetta" del presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Mario Boselli, proposta in occasione della quarto edizione del Luxury Summit in corso oggi nella sede de Il Sole24Ore per ridare slancio alle fiere milanesi di abbigliamento e accessori.
Premessa l'assoluta complementarietà delle sfilate e dei saloni in Italia, secondo Boselli, ricordando che la Camera si occupa dei soli défilé, si evidenzia una disparità: a Firenze con Pitti c'è l'eccellenza, "a Milano la debolezza in termini di fiere è imbarazzante".
Boselli ha poi ricordato il braccio di ferro con gli americani legato al tentativo di spostare le date delle passerelle. "Dopo un'indagine tra tutti gli stilisti abbiamo deciso di rispondere così: noi non ci spostiamo. Abbiamo respinto al mittente la richiesta. Il risultato è che i calendari sono decisi fino al 2014". Ma questo per quanto riguarda i défilé. Rispetto alle fiere, "il consiglio della Cnmi ha deciso di aiutarle a ripensarsi, suggerendo di anticipare le date, ovvero fare coincidere le fiere quando noi presentiamo le pre-collezioni in showroom, ovvero a fine giugno. Bisogna polarizzare l'offerta", ha concluso Boselli.
stats