Boselli risponde agli attacchi di Franca Sozzani, direttrice di Vogue

In occasione della conferenza stampa organizzata questa mattina dall’Ice per illustrare la campagna promossa negli Stati Uniti a favore del Made in Italy, il presidente della Camera ha risposto ai giornalisti che hanno posto domande a proposito dell’attacco sferrato da Franca Sozzani sulle pagine del Corriere della Sera: "Noi non abbiamo conflitti di interesse" ha detto. Il vice ministro Urso ha confermato: "Sono critiche interessate".
In una intervista uscita stamattina sul quotidiano milanese, la direttrice di Vogue accusa “l’istituzione che si occupa del calendario di non avere né forza, né potere, né autorità”. E ammonisce: “Ognuno si prenda le proprie responsabilità. E si faccia al più presto qualcosa. Dico ancora: possibile che per esempio in orari fantastici ci siano griffe ormai al tramonto e in orari morti i giovani talenti? Eh no, qualcuno faccia qualcosa, perché la moda è la seconda voce del bilancio nazionale. C’è creatività e industria. I compratori verranno sempre. Ma per favore, basta lamentarsi, troviamo una soluzione e una nuova istituzione”.
Mario Boselli, presidente di Camera Moda, è stato molto chiaro: “Ho letto le valutazioni fatte su Camera Moda e sul nostro lavoro - ha dichiarato -. Vorrei tornare su due punti. Il primo riguarda l’attenzione ai giovani: credo che nessuna organizzazione al mondo abbia fatto tanto per gli emergenti. Il nostro rispetto nei loro confronti si misura con i fatti, non con le parole”. “Il secondo - ha continuato - riguarda la settimana della moda: non si sposta il calendario senza l’accordo tra i due assi portanti del settore, cioè tra Milano e Parigi. È chiaro che ci sono interessi economici tra le diverse parti nel mondo: il Gruppo Condé Nast ha conflitti di interesse, che noi non abbiamo”.
Il vice ministro allo Sviluppo Economico ha trovato “efficace e significativa la replica di Boselli". "C'è molto successo e quindi molte invidie – ha aggiunto – . La risposta sarà sul campo, anche attraverso iniziative come quella promossa dall’Ice”.
t.m.
stats