Brasile e Siberia sono le nuove frontiere per Ente Moda Italia

Nel gennaio 2011 debutterà la nuova manifestazione dedicata all’abbigliamento São Paulo Prêt-à-Porter, in contemporanea con il salone di calzature e pelletteria Couromoda e con le sfilate della São Paulo Fashion Week: un’ottima occasione per Ente Moda Italia che da oltre un anno tiene sotto osservazione questo mercato. Intanto a febbraio parte un’operazione in Siberia, mentre sono confermate le presenze a Mosca, New York e Düsseldorf.
“Le nostre missioni cognitive in Brasile - spiega l’a.d. Alberto Scaccioni - hanno dato riscontri decisamente interessanti: per questo torneremo anche questo gennaio, in attesa di un’operazione più importante nel gennaio 2011”. “Rispetto agli altri mercati Bric, India, Cina e Russia, con l’eccezione di Mosca, la distribuzione carioca è già una realtà consolidata con interlocutori preparati, quindi appetibile anche per le Pmi” aggiunge presidente di Emi, Antonio Gavazzeni, reduce da un viaggio a San Paolo per assistere alla presentazione della nuova manifestazione.
Se il primo comandamento dell’era post-crisi è cercare nuovi mercati emergenti, il secondo è per Emi non abbandonare le piazze consolidate che, sebbene in sofferenza, rimangono lo zoccolo duro dell’export italiano. “Riconfermiamo anche dal 7 al 9 febbraio, sempre in contemporanea con il Cpd, il progetto Italian Suite, che ha debuttato a Düsseldorf lo scorso luglio - annuncia Scaccioni -. Una piccola piattaforma di qualità che ha registrato molto interesse”.
Raddoppia l’impegno in Russia: “Non solo confermiamo la presenza al Cpm, dal 24 al 27 febbraio - racconta il manager - ma sull’onda dell’interesse suscitato dalla recente missione esplorativa, in collaborazione con Smi e Ice, a Novosibirsk lanciamo appena prima del salone moscovita, precisamente dal 15 al 21 febbraio, una piccola fiera del made in Italy nella città siberiana con un massimo di 15 aziende per testare il format. L’obiettivo è quello di intercettare un angolo di mondo che sta crescendo velocemente ma che non si sposta volentieri per andare ai saloni”.
Altra tappa imprescindibile gli Stati Uniti dove Emi si concentra su The Coterie, dal 21 al 23 febbraio a New York, “una fiera che funziona bene: tant’è che, sorprendentemente, i numeri sono in crescita” conclude Scaccioni.
c.mo.
stats