Bread & Butter Barcelona: prime sensazioni a caldo fra gli stand

Fra code interminabili per entrare in fiera, in un'atmosfera da "lavori in corso" in numerosi stand ancora in fase di allestimento, ha aperto i battenti oggi la seconda edizione di Bread & Butter Barcelona, salone dedicato alle novità più cool per il prossimo inverno di moda e accessori streetwear, denim, sportswear e fashion.
Fin dalle prime ore i corridoi e gli spazi espositivi dei sette padiglioni sono stati affollati da buyer e stampa, attratti non solo dalle collezioni ma anche da performance e layout di forte impatto. Come da Mason's, che ha trasformato lo stand in un'area lounge dove, oltre a vedere la nuova collezione - pantaloni con o senza tasconi, realizzati in tessuti leggeri ma caldi (gabardine lavati e doppiati, rasi, velluti) e trattati con lavaggi particolari nonché animati da stampe, ricami e applicazioni, camicie con motivi Liberty e maglieria stampata - si assiste a sessioni di body painting, spettacoli di artisti di strada, giocolieri, uomini su trampoli e monocicli. Ad accogliere gli ospiti, immobile su un piedistallo, campeggia una statua vivente di Che Guevara, che ogni tanto si anima e "arringa" ai presenti.
Super Rifle ha invece scelto Giuseppe Garibaldi e la focaccia ligure per rappresentare l'italianità della più classica tela Genova, con la quale sono confezionati i suoi capi. Fra i nuovi modelli proposti spicca quello Anni Cinquanta con risvolto alto.
Stand semplice e prodotto in primo piano invece da A-style che, tra l'altro, esordirà nei negozi a febbraio con ben tre nuove linee prodotte su licenza: una di scarpe, una di caschi da moto e una di articoli di cartoleria, oltre ad avere in programma l'apertura entro l'estate di un punto vendita monomarca a Londra, in Carnaby Street. "Darà visibilità e sarà un'ottima referenza - spiega Marco Bruns, titolare e mente dell'ormai celebre marchio con la A "trasgressiva" su fondo giallo, che nel giro di tre anni ha toccato i 18 milioni di fatturato annuo -. Una indispensabile testa di ponte per il nostro imminente ingresso sul mercato americano: un territorio estremamente complesso e diverso dagli altri, per il quale occorre prepararsi e attrezzarso con la massima attenzione".
l.sc.
stats