Breil Milano debutta nella pelletteria

Si chiama Breil Milano Leather il nuovo progetto firmato da Breil Milano, marchio del Gruppo Binda. Si tratta di borse essenziali e funzionali, nate dalla passione per il design d’autore di Marcello Binda, direttore stile della società.
Il team di designer di Breil Milano ha studiato N° Zero, una borsa unica, scultorea ed ergonomica, che si declina in tre taglie e in tre versioni: giorno, work/urban e sera. Realizzate solo in laboratori di lusso italiani, le bag Breil Milano hanno cuciture sellier fatte a mano e sono disponibili in una gamma di colori classici, come il nero, il testa di moro, il grigio rosato, ma anche in vernice nera, blu iris e bordeaux, oppure in velluto o raso per la sera.
All’interno dell’assortimento spicca la “special edition” N° Zero Origami, una borsa-scultura realizzata con un origami di piegature hand made e il logo plaquette cucito a mano. Sarà venduta in tiratura limitata, perché “la sua lavorazione manuale è così impegnativa – dicono dall’azienda – da limitare la produzione a soli 15 pezzi al giorno”.
La collezione sarà distribuita in Italia nei negozi Breil Milano e in selezionate boutique di abbigliamento e accessori a partire da settembre 2008. Nel mondo, sarà invece disponibile nei 24 Breil Milano shop esistenti, come a Berlino, Barcellona, Firenze, Melbourne, Sydney e, dal prossimo settembre, anche a Roma e New York.
Il Gruppo Binda - attivo con i marchi Breil Milano, Breil Tribe, Wyler Genève, Details, le licenze D&G Time, D&G Jewels, Moschino CheapandChic Watches and Jewels, Ducati Watches, Ducati Corse Watches e i brand in distribuzione Seiko, Lorus, Paris Hilton Watches, Glam Rock - è oggi presente in 63 Paesi e ha chiuso l’esercizio 2007 con un fatturato consolidato di 297 milioni di euro.
a.t.
stats