Bruno Magli: nuova sede milanese e progetti in corso

Ieri, in occasione della presentazione delle proposte per la primavera-estate 2004, è stato ufficialmente inaugurato il nuovo quartier generale milanese della linea di calzature e abbigliamento Bruno Magli, in via Marco Polo 9. Un segnale della forte evoluzione del marchio, acquisito nel 2002 da Opera.
Lo spazio, che ospita sia gli uffici sia la showroom, si estende su 500 metri quadri in un palazzo d’epoca ristrutturato. L’arredo è moderno ma non high-tech e le stanze, affacciate su un giardino, sono luminosissime. "Una location che esprime il nostro desiderio di coniugare una tradizione al 100 per cento made in Italy con un concetto di contemporaneità", spiegano i portavoce del brand.
Il 2003 è un anno importante per Bruno Magli: a inizio giugno è stato aperto un negozio a New York (al 789 di Madison Avenue) e in dirittura d’arrivo sono gli shop di Mosca e Kuwait City (vedi fashionmagazine.it dello scorso 5 giugno). Il punto vendita di Firenze è stato recentemente oggetto di un restyling e da poco è stata avviata anche una boutique a Roma in via Condotti.
"A oggi le vetrine Bruno Magli nel mondo sono una settantina – informano dalla maison – molte delle quali saranno sottoposte nei prossimi mesi a un remake up, come è già successo nel capoluogo toscano, con la consulenza dell’architetto Christophe Carpente".
Parallelamente la collezione, il cui core rimangono le scarpe e gli accessori, si arricchisce sempre più di capi di abbigliamento in un’ottica di ampliamento dei propri presupposti.
L’azienda, i cui mercati principali sono oltre all’Italia il Giappone e gli Usa, ha chiuso il 2002 con un fatturato di 73 milioni di euro (di cui il 70% derivante dall’export) e prospettive di crescita per il 2003 soprattutto sul mercato americano.
a.b.
stats