Bulgari esce da Piazza Affari il 4 ottobre

Dopo il successo dell'Opa, che ha portato il colosso del lusso francese Lvmh a controllare il 98,09% del capitale di Bulgari, le azioni del gruppo romano dei preziosi si preparano al delisting. Da domani a lunedì i titoli resteranno sospesi dalle contrattazioni e dal 4 ottobre saranno ufficialmente revocati dal listino.
Come è noto l’intera operazione di acquisizione, partita lo scorso marzo, ha portato l’azienda italiana nel portafoglio del gruppo d’oltralpe ma allo stesso tempo la famiglia Bulgari è diventata il secondo azionista familiare di Lvmh dopo il suo presidente, Bernard Arnault. Di fatto, come ha ribadito più volte Francesco Trapani (già a.d. di Bulgari e ora membro del board di Lvmh con la carica di presidente della divisione “Orologi e gioielleria” di cui è entrato a far parte lo storico brand), si tratta di un'alleanza che consentirà alla società “di rafforzarsi e di proseguire il suo sviluppo a lungo termine su scala mondiale, grazie a nuove sinergie”.
e.f.
stats