Bulgari lancia un bond indicizzato da 130 milioni di euro

Il gruppo del lusso Bulgari ha completato oggi l'offerta di un prestito obbligazionario indicizzato da 130 milioni di euro, che scadrà nel 2014. Sarà utilizzato "per le generali necessità di capitale circolante, per diversificare le fonti di finanziamento e allungare la durata media dell'indebitamento" (nella foto, una pochette da sera con finiture placcate oro).
Come si legge in una nota, le obbligazioni avranno una cedola semestrale del 5,375% e un prezzo di conversione di 5 euro, che prevede un premio del 33,58%, rispetto al prezzo di riferimento delle azioni ordinarie della società (il prezzo medio ponderato sul volume della seduta di oggi, fino al momento della determinazione dei termini dell'offerta).
“Sono molto soddisfatto della conclusione di questa importante operazione che, sono anche lieto di annunciare, è stata già approvata dagli azionisti di maggioranza, membri del patto di sindacato”, ha commentato l'a.d. Francesco Trapani. “Sono quindi certo - ha concluso - che questa operazione, unitamente al contenimento dei costi già in atto, renderà Bulgari ancora più solida dal punto di vista finanziario, consentendo all'azienda di trovarsi ben posizionata al momento della ripresa dei mercati”.
Il closing e la consegna delle obbligazioni è prevista nella seconda settimana di luglio. Il bond è destinato a essere quotato sul listino ufficiale della Borsa del Lussemburgo e sul mercato Euro Mtf.
Ricordiamo che l'indebitamento finanziario netto della società, risultante alla fine del primo trimestre 2009, era di 339 milioni di euro, dai 304 risultanti alla fine del 2008. Come comunicato in occasione della trimestrale, Bulgari ha concluso contratti di finanziamento per 53 milioni di euro, con scadenza da un minimo di 18 mesi a un massimo di 10 anni, e un contratto preliminare con un pool di banche per 180 milioni, con scadenza a 3 anni.
e.f.
stats