Bulgari registra ancora un trimestre in crescita

Bulgari spinge l'acceleratore sulla crescita e chiude il terzo trimestre 2004 con un fatturato di 201,6 milioni di euro (+10,9%) e un utile netto in salita del 50,1% a quota 28,3 milioni di euro. Le performance migliori sono state messe a segno dalla categoria accessori (+26,2%) e orologi (+20,4%), mentre il Giappone risulta ancora il mercato in maggior espansione.
Un trimestre dunque brillante per il gioielliere romano i cui ricavi, a tassi comparabili, sarebbero cresciuti del 13% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Positivo anche l'andamento dell'utile operativo che ha segnato un incremento del 30,1%, passando da 27 milioni a 35,2 milioni di euro.
A un'analisi per categorie merceologiche le vendite della divisione gioielleria hanno registrato un progresso del 12,1%, raggiungendo così gli 80,6 milioni di euro, mentre le performace migliori sono state realizzate dagli accessori, balzati del 26,2% a quota 15,1 milioni di euro, e dagli orologi il cui giro d'affari di 65,1 milioni di euro ha segnato un +20,4%. Subisce invece una flessione del 6,5% il fatturato dei profumi che passa dai 40,3 milioni di euro del terzo trimestre 2003 agli attuali 37,7 milioni di euro.
Per quanto riguarda le diverse aree geografiche, continua la forte espansione di Bulgari in Giappone, con un ulteriore progresso del 29,9%, e il rafforzamento del brand in tutta l'area dell'Estremo Oriente, dove segna una crescita del 9,3%. E se negli Stati Uniti si registra un significativo sviluppo, evidenziato da un giro d'affari in aumento del 9,2%, l'Europa, ad esclusione dell'Italia, accusa un declino delle vendite dell'8,3%. Positivo invece l'andamento del mercato interno che registra un +17,8%.
"Continuo a essere molto soddisfatto dei risultati raggiunti finora - ha detto Francesco Trapani, amministratore delegato del gruppo Bulgari - non solo perché sono stati ottenuti in un contesto ancora difficile e incerto, ma anche perché testimoniano una crescita sana e robusta in tutte le categorie di prodotto e in tutti i mercati". "Vorrei sottolineare, in particolare - ha proseguito l'a.d. -, la continua espansione del fatturato in Giappone, un mercato che per Bulgari presenta ancora un vasto potenziale di sviluppo e sul quale vogliamo continuare a investire, come dimostra l’inaugurazione del mega store di Osaka avvenuta la scorsa settimana. Pensando poi ai lanci di prodotto che abbiamo in serbo per il prossimo anno, non posso che essere ottimista e molto fiducioso per i mesi a venire".
Alla luce dei risultati ottenuti e nell'ipotesi di un buon andamento delle vendite anche nel periodo natalizio, il gruppo romano prevede di chiudere il 2004 con una crescita a tassi comparabili a due cifre e con un incremento del profitto netto più che proporzionale.
v.s.
stats