Bulgari: stabile il fatturato 2008, -45% gli utili

Il Gruppo Bulgari ha chiuso il 2008 con profitti netti di 82,9 milioni di euro, in calo del 45,1% rispetto al 2007. I ricavi si sono attestati a 1,07 miliardi di euro, in flessione dell’1,4% (-0,9% a cambi comparabili). Il CdA della società ha proposto un dividendo di 0,10 euro (dagli 0,32 euro dello scorso anno).
Malgrado la sostanziale tenuta del turnover (vedi anche fashionmagazine.it del 30 gennaio 2009), l’utile netto si è quasi dimezzato rispetto al 2007, rappresentando il 7,7% del giro d’affari (contro il 13,8% dell’ultimo fiscal year). Tale risultato è stato impattato in maniera significativa dalle perdite realizzate sulle operazioni di copertura su cambi messe in atto dal gruppo che, a causa dell’inatteso apprezzamento del dollaro e dello yen nei confronti dell’euro a partire da ottobre, hanno generato un risultato negativo nell’ultimo trimestre di 14,8 milioni di euro e di 4,5 milioni nell’intero anno. L’utile operativo è sceso a 111 milioni di euro (-33,5% sul 2007), l’indebitamento netto salito a 304 milioni di euro al 31 dicembre 2008.
“Nonostante fin da inizio 2008 la società abbia implementato una strategia di contenimento costi e di attento controllo degli investimenti per fronteggiare il progressivo deterioramento della situazione economica - ha spiegato Francesco Trapani, a.d. di Bulgari - il drastico e repentino calo delle vendite nell’ultimo trimestre, seguito alla crisi finanziaria e alla caduta delle Borse mondiali, ha impattato molto negativamente i risultati dell’intero anno”. “Anche il 2009 sarà un anno molto difficile”, ha aggiunto il ceo. Previste riduzioni delle spese per rendere più efficiente il gruppo: i risparmi sui costi, come riporta la stampa finanziaria, potrebbero arrivare anche dalla chiusura di negozi e dal ridimensionamento dell’organico.
d.p.
stats