Burani: a fine mese l'udienza per il fallimento di Bdh

Fonti di stampa anticipano che è stata fissata il prossimo 27 gennaio, presso il Tribunale Fallimentare di Milano, l'udienza per la richiesta di fallimento avanzata dai pm Luigi Orsini e Mauro Clerici per Burani Designer Holding (Bdh), società che indirettamente, attraverso Mariella Burani Family Holding, controlla il 71% del Mbfg.
Come indicato da fashionmagazine.it lo scorso 11 gennaio, secondo i pubblici ministeri Bdh avrebbe sede effettiva a Milano (e non ad Amsterdam, in Olanda, dove risulta la sede legale) e presenterebbe un debito di 20 milioni di euro, 15 dei quali nei confronti delle banche e il resto verso il Mariella Burani Fashion Group (l'indebitamento complessivo del gruppo al 30 novembre è invece pari a 492,6 milioni di euro).
In base a quanto riportato oggi dal quotidiano Il Sole 24 Ore, i pm hanno tempo fino ai primi giorni della prossima settimana per notificare alla società olandese gli atti che riguardano la loro richiesta. La holding dei Burani potrà invece depositare la documentazione relativa alla propria situazione patrimoniale entro il 25 gennaio. Inoltre, è previsto che all'udienza del 27 successivo si tenga l'istruttoria durante la quale saranno recepite le istanze delle parti. La decisione finale sul fallimento spetta invece a un collegio.
Da fonti sindacali sembra inoltre che il recente incontro delle maestranze con l'a.d. del Mariella Burani Fashion Group, Gabriele Fontanesi, sia stato poco più che interlocutorio. Il ceo avrebbe dichiarato che i 50 milioni della proprietà per l'aumento di capitale “non ci sono ancora, ma arriveranno”. In caso contrario, l'ipotesi più utile, secondo i sindacati, sarebbe il ricorso all'amministrazione straordinaria-legge Marzano (vedi fashionmagazine.it del 7 gennaio).
e.f.
stats