Burberry chiude il 2005 con utili in calo del 5%

Vendite in crescita del 3% e utili in flessione del 5% per Burberry, che ha reso noti i nuovi risultati preliminari per l’esercizio fiscale 2005 (terminato il 31 marzo), in parte rivisti rispetto a quelli comunicati il 12 aprile scorso.
Il giro d’affari annuale ha raggiunto i 742,9 milioni di sterline, contro i 715,5 milioni fatturati nel 2004: bene le vendite retail e le licenze, che sono aumentate rispettivamente dell’11% e del 4% (escludendo gli effetti fiscali di alcune acquisizioni a Taiwan), ma questi risultati positivi sono stati controbilanciati da un calo del 4% registrato nelle vendite wholesale.
A frenare invece i profitti (106,4 milioni di sterline contro i 111,9 dell’anno precedente), sarebbero stati, secondo i vertici di Burberry, i costi di alcune operazioni commerciali, tra cui le acquisizion dei distributori taiwanesi.
Si dice tuttavia soddisfatta, e fiduciosa in un miglioramento durante la prossima stagione, il ceo uscente dell’azienda: “In un anno di transizione e investimenti – ha detto Rose Mary Bravo, in carica fino al prossimo luglio - la situazione finanziaria del gruppo è solida e abbiamo avviato una serie di iniziative strategiche che sono alla base di futuri sviluppi”.
g.m.
stats