Burberry: vendite semestrali in aumento del 19%

Nel secondo semestre chiuso lo scorso 31 marzo, Burberry Group ha totalizzato ricavi per 546 milioni di sterline (oltre 680 milioni di euro), in crescita del 19% rispetto all'analogo periodo dello scorso esercizio. In netto rialzo l'Europa, dove il gruppo del lusso inglese ha realizzato un progresso del 35% (Spagna esclusa, che segna un +4% soltanto), ma anche il Nord America, con un +20%, non delude.
Per quanto riguarda l'area Asia-Pacifico, l'incremento è stato invece del 10%.
Le vendite al dettaglio, che coprono oltre il 50% del totale, sono salite del 17%, a fronte di un aumento della superficie distributiva pari al 12%. Il segmento wholesale ha segnato invece un +25%, grazie alle buone performance in Nord America ed emerging market. Stabile il fatturato derivante dalle licenze.
Nel fiscal year che si concluderà nel marzo 2009 il gruppo guidato da Angela Ahrendts dovrebbe ampliare lo spazio retail del 12-13% circa. Sul fronte wholesale, il management stima il perdurare del periodo di debolezza in Spagna e un ulteriore uptrend negli altri mercati di riferimento, in particolare Nord America e Paesi emergenti, dove Burberry sta continuando a investire: nei primi sei mesi del nuovo esercizio il segmento dovrebbe evidenziare una crescita di circa il 10% a cambi costanti.
e.f.
stats