Caduta dei profitti semestrali per Marks & Spencer

Marks & Spencer, uno dei maggiori retailer britannici, ha chiuso il primo semestre con profitti per 223 milioni di sterline (277 milioni di euro al cambio attuale), in calo del 43% rispetto allo stesso periodo del 2007. Pressoché invariate le vendite a 4,2 miliardi di sterline (circa 5,2 miliardi di euro).
Nonostante l'accentuata discesa, gli utili sono al di sopra delle stime degli analisti.
Come spiegano dalla società, il risultato semestrale è stato penalizzato dalla riduzione dei prezzi (anche oltre il 10% nel segmento food) resasi necessaria per stimolare i consumi, ma anche dai maggiori costi sostenuti per ampliare la rete distributiva.
Come riportano le agenzie di stampa, per il chairman Stuart Rose restano prioritari il mantenimento delle quote di mercato nell'abbigliamento, l'incremento delle performance nel business alimentare e la crescita internazionale. Ottimista sulle vendite natalizie, Rose ha tuttavia allertato sui mesi a venire: la società dovrà infatti prepararsi a un calo nella propensione al consumo che potrebbe perdurare fino alla fine del 2010.
In base ai dati resi noti dall'Ufficio Nazionale di Statistica, lo ricordiamo, il Pil del Regno Unito ha segnato un -0,5% nel trimestre chiuso a settembre, dopo 16 anni di crescita continua. Se anche il quarter successivo si rivelerà in contrazione, per il Paese si parlerà di recessione.
e.f.
stats