Caleffi punta alla valorizzazione del marchio nel settore home fashion

Sono stati approvati ieri e saranno diffusi oggi i dati di preconsuntivo di Caleffi, la società di Viadana specializzata nel settore home fashion. In crescita sia il fatturato (+10,5%), che si è attestato a 48,1 milioni di euro, che la redditività.
Un traguardo che, secondo i vertici della società di Viadana, è stato raggiunto grazie all’ampliamento della gamma prodotti offerta e del successo di una politica focalizzata sullo sviluppo e il rafforzamento del marchio nel settore home fashion.
“La nostra società - ha commentato l’amministratore delegato Guido Ferretti - è riuscita ad aumentare la propria quota di mercato con una crescita del fatturato superiore al 10% e con un contestuale aumento del 5% della redditività operativa. Intendiamo favorire i nostri azionisti distribuendo un dividendo pari a 0,12 euro per azione, che corrisponde a un rendimento del titolo superiore al 4%. Nell’anno in corso, puntiamo inoltre a focalizzarci ulteriormente sulla valorizzazione del brand nel settore home fashion e a raccogliere i frutti, anche in termini di redditività, dei progetti e delle iniziative attuate nel corso del 2005”.
Anche l’utile netto ha visto nel corso del 2005 un crescita quasia doppia cifra (+9,4%), raggiungendo così i 2,5 milioni di euro.
Dai dati è inoltre emerso il miglioramento della posizione finanziaria netta che è passata dagli 8,2 milioni del 30 giugno 2005 (e dai 10,8 del 31/12/2004) ai 3,3 milioni di euro al 31 dicembre 2005, grazie anche agli introiti della quotazione, pari a 7,6 milioni.
La società, quotata a novembre sul mercato Expandi, è diventata in breve tra i leader nella produzione e commercializzazione di articoli di lusso per la casa, grazie alla ricerca nel design, all'innovazione tecnologica e all'attenzione al dettaglio e alle finiture. Con oltre 10 marchi propri e 3 in licenza, tra i quali Disney, Barbie e Mariella Burani, Caleffi ha di recente fatto ingresso nel settore Hotellerie (centri benessere, navi da crociera, hotel lusso) e sta lanciando la nuova linea Homewear e Nightwear. Il gruppo intende inoltre puntare sul valore del design made in Italy nei Paesi a più elevato tasso di propensione al consumo dei prodotti “branded” come Russia, Est Europa, India, America Latina, Emirati Arabi e Cina.
t.d.a.
stats