Calendario di Milano Moda Donna: Cavalli vs. Dolce & Gabbana

Si surriscalda il clima pre-sfilate, a 20 giorni dall’avvio di Milano Moda Donna. Roberto Cavalli (nella foto) ha accusato Dolce & Gabbana di comportamento scorretto: sembra infatti che i due designer vogliano collocarsi negli orari che spetterebbero a Just Cavalli e Roberto Cavalli (in scena, rispettivamente, il 24 e il 27 settembre alle 13).
Le scadenze stabilite inizialmente sono venerdì 25 per D&G e, per Dolce & Gabbana, lunedì 28: in quest'ultimo caso, la motivazione della "marcia indietro" sarebbe la coincidenza con l'importante festività ebraica dello Yom Kippur, che potrebbe fare da deterrente per altri brand in scena quel giorno, visto che non sono pochi i buyer di religione ebraica, soprattutto provenienti dall'estero.
I portavoce della maison di via Goldoni ammettono di essere in cerca di un nuovo posizionamento in agenda ma senza fornire ulteriori precisazioni. “La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno – commenta il presidente della Camera della Moda, Mario Boselli -. Trovarsi di fronte a una situazione del genere a poco più di due settimane dall’inizio della fashion week di certo non ci ha fatto piacere”. “Ovviamente – aggiunge – interverremo con l’abituale pazienza per trovare una soluzione adeguata. Mi limito a concludere che, in un momento delicato come questo, non credo ci si possano permettere simili lussi”.
Se si esclude questa vicenda, pare che l’assetto del calendario resti quello diffuso a fine luglio dalla Cnmi. “Delle rinunce che in tanti avevano prospettato non c’è traccia”, sottolinea con soddisfazione il presidente.
m.g.
stats