Calo del 2% per il Tax Free Shopping in Italia nel 2008

Un 2008 diviso in due per quanto riguarda la performance del Tax Free Shopping. Nel primo semestre - come informa Global Refund - si è registrato un aumento degli acquisti del 5%, mentre nel secondo semestre è subentrato un deciso trend negativo che ha portato a chiudere l’anno con un -2%. La spesa dei turisti extra Unione Europea nel nostro Paese vale 1,3 miliardi di euro.
Il primato del tax free spetta ancora ai russi (+33% del totale, +23% rispetto al 2007), anche se in novembre e dicembre i loro acquisti sono diminuiti.
In aumento rispetto al 2007 lo shopping di cinesi (+13%), brasiliani (+18%), arabi (+3%) e, soprattutto, ucraini (+26%). Queste due ultime nazionalità sono anche quelle che hanno fatto registrare gli scontrini medi più elevati, rispettivamente di 1.411 e 1.237 euro.
Forte invece la contrazione degli acquisti di statunitensi (-39%) e giapponesi (-19%).
A livello geografico, la Lombardia, guidata da Milano, si conferma leader del mercato tax free, costituendo da sola il 42% del business di questo comparto: il volume degli acquisti è cresciuto del 2% rispetto al 2007, con uno scontrino medio di 887 euro.
La strada preferita dagli stranieri resta, incontrastata, via Montenapoleone che rappresenta il 10% del totale, in aumento del 3% rispetto all’anno precedente.
e.c.
stats