Camicissima chiude il 2008 in rialzo e lancia nuovi progetti

Con un fatturato 2008 di 26 milioni di euro, prezzi low cost bloccati, attenzione alla qualità e proposte innovative, Camicissima annuncia una serie di progetti e di aperture per continuare a crescere anche nel 2009.
I segreti di questo successo sono pochi e semplici, come spiega Fabio Candido, presidente della storica camiceria Fenicia fondata a Palermo nel 1931, a cui il brand fa capo: “L’ottimo rapporto qualità-prezzo delle nostre camicie è stato premiato dai clienti. Siamo una delle poche realtà che presentano gli stessi prezzi dal 2004 e ci siamo impegnati a mantenerli bloccati almeno fino al 2011. Questa garanzia, in uno scenario economico come quello attuale, fa la differenza per il consumatore”. Il fatturato in rialzo del 25% rispetto al 2007 e un ebitda del 14% parlano da soli.
Inoltre, sull’onda dei risultati ottenuti lo scorso inverno dall’introduzione nella collezione di pullover in misto cashmere - la cui vendita ha costretto l’azienda a riassortire il prodotto prima del previsto -, dal mese di febbraio arriveranno in tutti i negozi Camicissima i nuovi pull in cotone. Realizzati in un unico modello ma in tutte le taglie e in 20 colori, saranno acquistabili singolarmente o nel pack da tre pezzi.
Novità anche sul fronte aperture. Agli oltre 90 negozi del brand (inclusi franchising e outlet) presenti in Italia, nel 2009 si aggiungeranno altri 25 punti vendita, con un incremento occupazionale di 80 persone. Il nuovo anno vedrà lo sbarco di Camicissima anche all’estero: sono in via di definizione opening in Spagna e Grecia.
e.b.
stats