Cantarelli: le nuove strategie commerciali guardano alla Cina

Dopo le importanti presenze in Giappone, con intese distributive già consolidate, Cantarelli - azienda aretina di abbigliamento uomo e donna, nata negli anni ‘60 - punta a una decisa strategia espansiva in Cina. Come dimostra il recente accordo siglato a Shenzen con Buono Brand Corporation Limited, per il lancio definitivo dei marchi Cantarelli nel Paese asiatico.
La strategia commerciale, sotto la spinta propulsiva di Alessandro e Rita Cantarelli, seconda generazione dell’azienda, si traduce innanzitutto nell’apertura, il prossimo gennaio, delle prime due boutique monomarca a Shenzen, una delle città più evolute della Cina meridionale.
Inoltre, entro la fine del 2005, saranno inaugurati altri due punti vendita a Shanghai, dopodiché il ritmo di aperture previsto nell’arco di cinque anni coinvolgerà città quali Pechino, Hanzou, Hong Kong, Chendun, Chon Quing, Dalian, Ungao e Horbin.
Nuovi progetti in serbo, infine, riguardano l’ingresso del brand - che oggi conta una rete retail di oltre 450 negozi nel mondo - nel settore calzature e accessori e il lancio di Cantarellino, una nuova collezione per i piccoli consumatori destinata sia al mercato interno sia a quello estero.
c.b.
stats