Capucci: con il prêt-à-porter debuttano sport-couture, maglieria e camiceria

Presentata ieri a Milano la linea di prêt-à-porter Capucci per la primavera-estate 2004, realizzata da un team di stile guidato da Bernhard Willhelm. Al debutto anche la collezione di sport-couture prodotta da Sportswear Company, le calzature disegnate da Franca Maria Carraro, la maglieria prodotta da Emmevizeta e la camiceria realizzata da Cit. Il management si mantiene cauto in fatto di previsioni: ora vuole consolidare la distribuzione.
Fra i progetti futuri della Capucci Corporation resta lo sviluppo degli abiti da cerimonia, da sposa e su misura, ma il più imminente riguarda gli accessori, come ha confermato Franco Maria Bruccoleri, ceo della società, intervistato da fashionmagazine.it a margine della presentazione. Attualmente la società sta creando l’organizzazione ad hoc per supportare i nuovi piani e intende consolidare la distribuzione. In quest’ottica il marchio ha recentemente siglato un accordo commerciale di distribuzione con Itochu, che partirà con la collezione primavera-estate 2004 e ha in cantiere progetti speciali per il mercato giapponese. L’a.d. del gruppo non si è sbilanciato sui numeri, ma ha dichiarato che i clienti sono saliti da 80 a 120 e ha confermato che la distribuzione della griffe dovrebbe raggiungere i 100 punti vendita in questa stagione (vedi fashionmagazine.it del 14 luglio).
Il ready to wear Capucci, presentato ieri in contemporanea con le sfilate di Milano Moda Donna, è prodotto da Corporate, azienda di Parma specializzata nell’abbigliamento di alta gamma, che produce anche per le griffe Vivienne Westwood, Gianfranco Ferré, Fendi e Viktor & Rolf. Sportswear Company, che ha realizzato i capi sportswear e in denim, è la società presieduta da Carlo Rivetti con sede a Ravarino (Mo), nota per i marchi C.P. Company e Stone Island. Quanto a Cit, si tratta di un’azienda lombarda che si focalizza sulla produzione di camiceria a tutto tondo cui fanno capo, oltre ai marchi di proprietà Cit, Bagutta, Bain Douche, la licenza Giorgio Armani. Il knitwear griffato Capucci è realizzato invece dalla vicentina Maglificio Emmevizeta, azienda che si occupa anche dei marchi Dolce & Gabbana e Ralph Lauren.
e.f.
stats