Carla Carini in liquidazione

La crisi dei consumi e del mercato della moda continua a mietere vittime. La Carla Carini Spa, proprietaria dei marchi Carla Carini e Debora Sinibaldi, ha annunciato oggi, in accordo con i sindacati, la messa in liquidazione dell’azienda di Moglia (Mn).
Nel breve comunicato diffuso si legge tuttavia che “in attesa di ulteriori sviluppi che possano modificare in positivo la situazione, tutti i dipendenti (circa una sessantina, ndr) saranno garantiti dagli ammortizzatori sociali”. Carla Carini ha chiuso il 2008 con un giro d’affari di circa 11 milioni di euro (realizzati per il 74% in Italia, per l’8% in Europa e per il 18% nel resto del mondo).
La fashion house è, dal settembre dello scorso anno, parte del Gruppo Marcovaldo (vedi fashionmagazine.it del 3 settembre 2008), capitanato da Marco Calcinai: interpellato da fashionmagazine.it per un commento, l’imprenditore ha preferito non rilasciare dichiarazioni sul futuro della holding, cui fanno capo anche la licenza produttiva siglata con Ken Scott e le partnership appena avviate con Albino e Luella, vedi fashionmagazine.it del 23 settembre 2009. A condizionare le sorti della casa di moda, il protrarsi della difficile situazione congiunturale e lo scoppio della crisi finanziaria globale, che ha travolto le economie del mondo proprio negli ultimi mesi dello scorso anno.
d.p.
stats