Carven studia l’ingresso in Borsa per il 2012

Gli abiti firmati Carven potrebbero presto sfilare in Borsa. La storica griffe francese, che dal 2008 fa capo a Henri Sebaoun e Marc Sztykman (63% del capitale) e al fondo Turenne Investissement, starebbe pensando alla quotazione per favorire lo sviluppo futuro della società che oggi realizza un giro d’affari di circa 20 milioni di euro.
Tra gli obiettivi della maison, oggi in piena fase di rilancio, ci sarebbe soprattutto quello di dare maggior forza alla distribuzione, visto che oggi le collezioni disegnate dallo stilista Guillaume Henry sono presenti su di una cinquantina di mercati. Il debutto sul listino, secondo fonti di agenzia, potrebbe già avvenire nel 2012, anche se il management di Carven non escluderebbe neppure l’ipotesi dell’ingresso di un nuovo socio-finanziatore. La maison è stata creata nel 1945 da Carmen de Tommaso ed è diventata celebre negli anni Cinquanta, vestendo personaggi celebri come Michèle Morgan o Edith Piaf, per poi attraversare un periodo di declino incominciato negli anni Ottanta.
a.bi.
stats