Cerruti (Fin.part): l’accordo con Tombolini raggiunge il closing

Ieri la conferma di un accordo in dirittura d’arrivo tra Cerruti e Tombolini e oggi la notizia del closing, avvenuto in serata. L’intesa, conclusa direttamente da Cerruti 1881 con decorrenza immediata, prevede la cessione temporanea in licenza del marchio Cerruti, che sarà prodotto da Hitman, società del gruppo marchigiano.
“Si tratta di una mossa che rientra a pieno titolo nella filosofia delineata dal piano strategico-operativo del gruppo”, ha commentato il presidente e a.d. di Fin.part Gianni Mazzola. Con l’ingresso di Mazzola, infatti, uno dei programmi di ristrutturazione della holding annunciati recentemente è proprio quello di affidare la gestione industriale dei marchi di proprietà a operatori qualificati del settore (vedi fashionmagazine.it del 12 maggio).
Come anticipato ieri da fashionmagazine.it, la partnership - riguardante le collezioni uomo e donna Cerruti - si riferisce esclusivamente alle stagioni autunno-inverno 2004/2005 e primavera-estate 2005. Il contratto di licenza scadrà infatti il 30 giugno 2005 e prevede il riconoscimento di royalty comprese fra il 6 ed il 10%, a seconda delle differenti categorie merceologiche.
Per tutta la durata del contratto, il gruppo controllato da Fin.part metterà a disposizione di Tombolini gli show room di Milano, Parigi, Monaco e Madrid, comprese le relative strutture di servizio e il personale esistente. Per la distribuzione, l’azienda licenziataria potrà avvalersi del network mondiale di Cerruti, esclusi alcuni Paesi del Far East e dell’Africa. Il corrispettivo previsto sarà proporzionato ai ricavi netti di vendita, con percentuali comprese fra il 10 e il 25%.
e.f.
stats