Christian Dior Group: i ricavi del trimestre salgono a 4,65 miliardi di euro

Sulla scia dei progressi del business principale, rappresentato da Lvmh, la controllante Christian Dior Group chiude il primo trimestre dell'esercizio 2010 con un giro d'affari di 4,65 miliardi di euro, in aumento dell'11% rispetto ai primi tre mesi del 2009 (+13% a periodi comparabili). Recupera anche Christian Dior Couture, che lo scorso anno aveva accusato un -6% (nella foto, una proposta di prêt-à-porter per l'autunno-inverno 2010/2011).
La maison ha infatti raggiunto i 180 milioni di euro di ricavi nel primo quarter, in progresso del 6% rispetto al primo trimestre 2009 (+8% a cambi costanti). Christian Dior Couture beneficia, in particolare, del buon andamento del segmento retail, che a valute invariate ha registrato un +16% con il contribuito dei principali mercati di riferimento (Asia, Europa ma anche America, in forte recupero).
Come già indicato ieri da fashionmagazien.it, il gruppo del lusso Lvmh ha realizzato un +11% nel turnover, salito a 4,47 miliardi di euro per effetto del destocking in segmenti come vini e liquori, come pure orologi e gioielli, associato a un incremento dei consumi. Quanto al business della moda, la griffe Louis Vuitton ha realizzato una crescita organica a cifra doppia: performance ancor più degna di nota, come spiega il management, se si pensa che il primo quarter del 2009 evidenziava già una crescita importante.
e.f.
stats