Cimino rileva il 70% di Itp e Tessitura Imperiali

Attraverso Cape Natixis Due, uno dei fondi che fanno capo alla sua Cape (Cimino e Associati Private Equity), Simone Cimino ha acquisito con un’operazione di management buyout il 70% di Itp e Tessitura Imperiali, aziende specializzate nel design, produzione e realizzazione di tessuti ad alto valore aggiunto per il confezionamento di capispalla, con sede a Fino Mornasco (Co) e un fatturato totale di circa 17 milioni di euro.
Restano al loro posto, come manager e azionisti di minoranza, il presidente e l’amministratore di Itp (Adriano Guerra e Adriano Poli) e l’a.d. di Tessitura Imperiali (Giuseppe Imperiali). Le due aziende lavoreranno in sinergia sulla base delle proprie specifiche competenze: progettazione stilistica e disegno del tessuto nel caso della prima, realizzazione di fabric a navetta a composizione mista (sintetico e naturale) per la seconda.
Il naturale mercato di sbocco per il gruppo è rappresentato dalle griffe della moda e del lusso. A oggi il 45-50% delle vendite è sviluppato in Italia, il restante 50-55% all’estero e l’Europa rappresenta il mercato principale, con 80% del fatturato.
“Lo sviluppo commerciale è focalizzato principalmente su Paesi nei quali la società non è ancora presente, in particolare Usa e Asia (Giappone, Corea del Sud, Cina e India) – spiega il presidente di Cape, Simone Cimino -. Con le sue strutture in Cina e India, Cape è in grado di sostenere i progetti di sviluppo commerciale, minimizzando i tempi e i costi di start-up”.
L’operazione è stata condotta per Cape da Guido De Vecchi e da Anna Paola Moroni, supportata nella parte legale dallo Studio Mbl & Partners. I soci venditori sono stati assistiti nell’operazione dallo Studio Vitale & Associati, per la parte finanziaria, e dallo Studio Gianni, Origoni, Grippo & Partners per la parte legale.
m.g.
stats