Città della Moda: i tempi dell’operazione

L’architetto Giancarlo Tancredi, coordinatore del progetto Città della Moda, ha spiegato oggi tempistica e termini di quest’operazione che ha attratto i più prestigiosi nomi dell’architettura internazionale e avrà un costo globale di 2 mila miliardi di vecchie lire.
Entro questo mese di novembre, ha detto oggi Tancredi nel corso di un incontro organizzato dalla Camera Nazionale della Moda, verrà pubblicato il programma integrato d’intervento, mentre febbraio 2004 è la dead-line per l’approvazione dell’accordo di programma.
A marzo 2004 si svolgerà l’aggiudicazione del concorso internazionale per “I giardini di Porta Nuova”, 100 mila metri quadri di verde, piazze, luoghi ludico-culturali e spazi d’acqua.
Sempre a marzo verrà presentato il master-plan della Città della Moda realizzato dall’architetto César Pelli (noto per le Petronas Towers di Kuala Lumpur): 40 mila metri quadri tra la Stazione di Porta Garibaldi e Corso Como con location per le sfilate ma anche per eventi, formazione, cultura, orientamento e ricreazione.
Nel corso della primavera 2004 verranno banditi anche i concorsi per la nuova sede regionale e per le attività culturali, museali e universitarie della moda. Nell’area troveranno spazio, infatti, anche museo e università: Bocconi, Cattolica e Politecnico hanno già espresso il proprio interesse al progetto.
Altro spazio, per un totale di oltre 90 mila metri quadri sarà dedicato a showroom, uffici, un albergo, residenze e shopping.
Caratteristiche salienti del progetto molto verde, edifici alti, un’isola ambientale non attraversata da strade veloci e facile raggiungibilità (di qui dovrebbe passare la futura linea 5 della metropolitana).
Tancredi ha inoltre assicurato che l’apertura dei cantieri si concretizzerà entro il 2004, mentre il completamento dei lavori è previsto per il 2009. Una data che ha risvegliato qualche preoccupazione tra gli operatori della moda: Tancredi stesso ha infatti annunciato che i lavori del nuovo polo fieristico Rho-Pero potrebbero essere finiti entro il 2005, con il conseguente “trasloco” di Fiera Milano nei nuovi padiglioni.
c.mo.
stats