Cnmi: al via la terza edizione dell'Incubatore della Moda

Dopo avere raccolto 62 candidature, che al termine di una prima scrematura sono diventate 25, la Camera della Moda Italiana ha selezionato insieme a una giuria di esperti i cinque nomi della terza edizione dell'Incubatore della Moda.
Si tratta di Cristiano Burani (38enne di Reggio Emilia con una laurea in Medicina e un'esperienza alla Parson's School di New York), Mauro Gasperi (30enne di Brescia, ex allievo del Polimoda), Paolo Errico (33 anni, genovese di nascita e milanese di adozione, formatosi all'Università di Urbino), Cristina Miraldi (26enne di Milano, proveniente dall'Istituto Marangoni) e del trio composto da Alessandro Biasi, Andrea Orazi e Simona Costa (di età compresa fra i 23 e i 26 anni, milanesi, hanno studiato alla Naba).
Finanziato e sostenuto da Comune di Milano, con un co-finanziamento da parte della Camera della Moda, questo progetto testimonia, come sottolinea il presidente di Cnmi Mario Boselli, "la grande attenzione della Camera verso le nuove generazioni di stilisti e il futuro del made in Italy".
Una novità legata a questo appuntamento, i cui primi esiti si vedranno già a giugno durante Milano Moda Pre-Collezioni con un flash di anticipazione sulla primavera-estate 2010, è la "Rete degli Incubatori": un network nato da un'idea dell'assessore alla Ricerca, Innovazione e Capitale Umano Luigi Rossi Bernardi, il cui obiettivo è dare vita nell'area milanese a un sistema strutturato, organizzato e omogeneo, con metodologie e prassi comuni (vedi fashionmagazine.it del 9 gennaio scorso).
In attesa dell'evento clou, la sfilata in programma a Milano Moda Donna di settembre, la sede dell'Incubatore in via Santa Marta 18 nel capoluogo lombardo è pronta a ospitare i giovani designer per una serie di incontri con consulenti e professionisti, volti non solo a progettare collezioni calibrate sulle esigenze del mercato, ma anche a chiarire i dettagli relativi alla costituzione d'impresa, alla registrazione del marchio, alla comunicazione e alle strategie distributive.
a.b.
stats