Cnmi sostiene Fiera di Vicenza e collabora con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati

È stata una conferenza stampa all’insegna delle buone notizie quella organizzata oggi dalla Camera nazionale della moda italiana, per annunciare progetti su un duplice fronte: uno del business, rappresentato dalla neonata liaison con Fiera di Vicenza, l’altro umanitario, con la consegna di 30mila euro all’Unhcr.
L’avvio della partnership con Fiera di Vicenza è stato reso noto dal presidente di Cnmi Mario Boselli, al fine di incrementare le sinergie congiunte tra i due settori. Il debutto avverrà in occasione di About J, evento dedicato alla gioielleria italiana e internazionale di alto livello per un pubblico d’élite, che si terrà a Milano alcuni giorni prima delle sfilate donna - dal 22 al 24 febraio 2009, presso gli East End Studios di via Mecenate - e che conterà una community di 70 espositori, 250 selezionati buyer internazionali e oltre 350 retailer italiani di target elevato. Cnmi sosterrà About J e gli eventi di Fiera Vicenza con attività di comunicazione specifiche e uno spazio di promozione nel cuore della fashion week.
“Oggi il mondo della gioielleria punta, proprio come il prêt-à-porter, su una filosofia di diversificazione e rinnovamento continuo, con tante linee di prodotto e collezioni stagionali - ha spiegato il cavalier Boselli -. È stato facile ragionare su una vicinanza e su logiche comuni tra il pàp degli stilisti e le innovazioni della gioielleria presentate a Vicenza”. Soddisfatti i vertici del nuovo partner: “Il gioiello sta cambiando trend - ha detto il presidente di Fiera di Vicenza, Dino Menarin -. Non è più per la vita, ma subisce molte evoluzioni, segmentandosi in rapporto al prezzo e alla clientela e contribuendo alla perpetuazione dell’eccellente tradizione italiana”. “Con il sostegno di Cnmi - ha precisato Domenico Girardi, direttore generale Fiera di Vicenza - vogliamo offrire un’azione specifica di servizio e presentarla nel modo migliore, non solo per fornire metri quadri alle aziende del settore, ma per promuovere la cultura orafa, creare occasioni di business, rappresentare un momento di dialogo tra gli attori del comparto e i settori contigui, moda in primis”. Fiera di Vicenza sarà impegnata dall’11 al 18 gennaio con il primo appuntamento in calendario, Vicenzaoro First, salone che, malgrado la crisi, ha già registrato il tutto esaurito con molti espositori in lista d’attesa.
L’ulteriore buona notizia della giornata è stata la consegna da parte di Mario Boselli, visibilmente commosso, di una cospicua donazione a favore dell’Agenzia dell’Onu per i rifugiati (www.unhcr.it), per fronteggiare la grave emergenza umanitaria che vede centinaia di migliaia di civili in fuga dalla Repubblica Democratica del Congo. “Speriamo che sia solo l’inizio di una collaborazione sempre più stretta tra due mondi - ha dichiarato Chris Innes, responsabile Europa di Unhcr -. Con questo sostegno possiamo aiutare 200 famiglie di rifugiati del Congo che hanno bisogno di tende, cibo, medicinali, protezione”. “Siamo qui per ricevere un’offerta importante - ha aggiunto Federico Clementi, responsabile raccolta fondi Italia -. Ogni sforzo, anche il più piccolo, è una vita salvata. Questa intesa ha visto la luce soprattutto grazie a rapporti umani che si sono creati negli ultimi tempi e che, insieme all’intelligenza del cuore, sono fondamentali per costruire un mondo migliore”.
I soldi devoluti sono una parte significativa del budget destinato ai festeggiamenti - rinviati a tempi migliori - per i 50 anni della Camera della moda italiana.
e.b.
stats