Coin: la debolezza nei consumi si riflette sui numeri di metà anno

Il Gruppo Coin ha chiuso il primo semestre 2008 con ricavi a 528,1 milioni di euro, in flessione dell'1% sull'analogo periodo dell'esercizio precedente, mentre l'ebitda è diminuito dell'11% a 42,5 milioni. A penalizzare il semestre, come spiegano dalla società, la contrazione dei consumi come pure il clima eccezionalmente rigido di aprile e maggio.
Il risultato operativo della società veneta è sceso nei sei mesi da 26,8 a 19,1 milioni di euro (-28,7%). Più che dimezzato l'utile, che è passato da 6,4 a due milioni di euro.
In termini di vendite l'insegna Oviesse ha tenuto meglio, totalizzando 377,2 milioni di euro (-0,4%), mentre i grandi magazzini Coin si sono portati poco sopra i 150 milioni (-2,2%). Oviesse ha inoltre mostrato un recupero nel secondo trimestre, con un +2,5% del fatturato rispetto all'analogo periodo del 2007. Coin, al contrario, ha accusato un -2s,8%.
I primi sei mesi dell'anno hanno impegnato il gruppo in una serie di azioni di sviluppo per Oviesse (tra queste, sette nuovi negozi diretti in Italia e 10 opening all'estero, di cui uno controllato direttamente in Slovenia) mentre per Coin sono state portate a termine alcune ristrutturazioni (come quella del negozio in 5 Giornate a Milano) e si è proceduto nel piano di crescita all'estero con la formula dell'affiliazione. Investimenti ma anche indebitamento, passato da 313,1 a 363,5 milioni di euro che, insieme a una variazione negativa del circolante, non supportano le indiscrezioni circolate in questi giorni di un possibile interesse dell'azienda per l'insegna Upim (vedi fashionmagazine.it del 16 settembre).
e.f.
stats