Colangelo: scatta la liaison con Castor

Parte con l'autunno-inverno 2009/2010 il sodalizio tra Gabriele Colangelo e la Castor di Castellucchio (Mantova) che, in base a un accordo della durata di nove anni, si occuperà della produzione e della distribuzione mondiale della collezione di abbigliamento femminile firmata dallo stilista.
Colangelo, classe 1975, ha debuttato ufficialmente con la sua linea durante l'edizione di Milano Moda Donna dedicata alla primavera-estate 2009. Figlio d'arte (la sua famiglia è titolare da generazioni di un atelier specializzato nella realizzazione di capi in pelliccia), il fashion designer vanta nel curriculum collaborazioni con Ittierre, Versace, Roberto Cavalli relativamente al progetto Just Cavalli Donna e Mariella Burani Fashion Group, dove è stato direttore artistico di Amuleti J. Ha tra l'altro vinto il concorso Who is on next?, ideato e realizzato da AltaRoma con Vogue Italia.
Quanto a Castor, la società fondata nel 2003 da Angela Picozzi e dalla sorella Elena, affiancate da Francesca Agosta, ha creato nel 2005 il marchio 6267, portando avanti la partnership con Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi fino al 2008. Ha inoltre lavorato per Chanel, Valentino e Aquascutum e attualmente cura la realizzazione e la commercializzazione del "daywear luxury" siglato Mantù.
"Il sostegno di un'industria come Castor - ha commentato Gabriele Colangelo - è una garanzia fondamentale per esprimere al meglio la mia creatività". "Gli garantiremo una qualità altissima e un know how degno di un grande gruppo", ha assicurato Angela Picozzi.
Un primo assaggio del nuovo corso di Colangelo sarà la presentazione di una capsule collection durante la settimana della haute couture capitolina di gennaio. Ma per l'esordio vero e proprio bisognerà aspettare Milano Moda Donna di febbraio.
a.b.
stats