Colosseo: via libera dall'Authority al Gruppo Tod's

"Il contratto con Tod's non è in contrasto con i principi della legalità, buon andamento e trasparenza dell'azione amministrativa". In nove pagine di delibera, l'Autorità di vigilanza sui lavori pubblici ha dato l'ok al restauro del Colosseo finanziato da Diego Della Valle.
La querelle sugli appalti per il ripristino dell'Anfiteatro Flavio era scoppiata in seguito al ricorso di Codacons all'Antitrust, che aveva bocciato l'affidamento dei lavori a Mr. Tods (vedi fashionmagazine.it del 10 e 13 gennaio), ravvisando nell'intesa "distorsioni della concorrenza".
Ora la decisione da parte dell'Authority che, dopo aver esaminato l'accordo di sponsorizzazione da 25 milioni di euro, ha valutato che "esso non è sottoposto alla disciplina del Codice dei contratti, bensì alle norme di contabilità di Stato", giudicandolo corretto.
Con questo pronunciamento dovrebbe così concludersi la soap opera del restyling griffato, i cui lavori possono iniziare.
a.t.
stats