Commercio al dettaglio: abbigliamento e calzature in calo ad aprile del 5% e 6,4%

I dati dell’Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di aprile 2008 confermano un sentiment generale: in Italia si acquista sempre meno. Le famiglie, come è facile immaginare, "tagliano" soprattutto sui beni voluttuari. Abbigliamento e calzature sono tra le tipologie di prodotto a soffrire di più: -5% è il dato relativo al vestiario e -6,4% quello riferito a calzature, articoli in cuoio e da viaggio.
In generale, se per gli alimentari il calo rispetto allo scorso mese di un anno fa è stato dello 0,8%, per i generi non alimentari la contrazione è del 3,4%.
Il dato Istat relativo all’andamento delle due principali formule distributive conferma il clima di generale preoccupazione e di contenimento dei budget familiari: la grande distribuzione registra un incremento dello 0,1%, mentre i negozi (le cosiddette imprese operanti su piccole superfici) vedono un arretramento nelle vendite del 4%.
e.a.
stats