Continua la trasferta italiana in India

Partita venerdì scorso, si concluderà il 16 dicembre la "Festa italiana 2004" in India, un festival sul made in Italy che tocca le città di Bombay, Calcutta, Bangalore, Chennay e Nuova Delhi. In primo piano cultura, gastronomia, cinema e anche moda, con i défilé di Valentino e Zegna, che aprirà un nuovo monomarca a Delhi nel 2005.
L'iniziativa, giunta alla sua terza edizione, è organizzata dalla Camera di Commercio e Industria Indoitaliana, che ha invitato in rappresentanza del fashion Valentino (in scena ieri a Bombay e l'8 a Nuova Delhi) e Zegna (altro nome in passerella ieri). Fra i momenti clou, un festival del cinema italiano con successi di ieri e di oggi e una serie di seminari, fra cui quello con l'architetto Rodolfo Dordoni.
Come altri Paesi dell'Oriente, l'India è tenuta sotto osservazione dalle aziende occidentali del fashion non più solo come fronte di outsourcing produttivo, ma anche come mercato di sbocco per gli articoli destinati alla classe dei super-ricchi.
Fra i pionieri in loco Louis Vuitton, che ha aperto una boutique a Nuova Delhi, e lo stesso gruppo Zegna, che sta preparando il trasferimento del monomarca di Bombay, attualmente in Cross Road, in una sede più grande. Non solo: è in programma nel 2005 l'inaugurazione di una boutique Zegna nella capitale, all'interno dell'Hotel Shangri-La. "Stiamo concentrando notevoli energie su questa nazione - commenta Paolo Zegna - dove ci appoggiamo a Modi Enterprises, società che fa capo alla famiglia Modi".
a.b.
stats