Convegno A.I.U.F.F.A.S.S.: un'anteprima ieri a Milano

Come evolverà il tessile europeo nel prossimo futuro sarà il tema principale del 53esimo congresso annuale dell’A.I.U.F.F.A.S.S., l’associazione che rappresenta a livello internazionale tessitori e torcitori europei di seta e fibre chimiche, che si terrà a Varese dal 15 al 17 maggio prossimi.
Ieri mattina Flavio Sciuccati, partner di The European House-Ambrosetti, ha presentato a Milano un’anteprima ricca di contenuti che tengono conto, a fronte dello scenario macro-economico che si va delineando, di "finestre strategiche" a disposizione dei manager. “Tutta la filiera tessile a monte – ha precisato Sciuccati- deve essere sempre più reattiva, rapida e flessibile, per approfittare di due opportunità. La prima è che i player del lusso stanno cercando fornitori europei di qualità con elevati livelli di servizio, e la seconda riguarda il successo dei ‘quick fashion retailer’, che hanno un modello di business basato sulla velocità”.
Settimana prossima si parlerà anche di riforma dei criteri di controllo di qualità della seta greggia, importata in Europa per il 90% dalla Cina. “Finalmente – ha fatto notare Giuseppe Bianchi, titolare della Seteria Bianchi – grazie alla recente introduzione di macchinari elettronici per i test di qualità in Cina e in Europa, si potrà contare su parametri oggettivi per garantire elevati standard qualitativi”.
m.f.
stats