Corneliani inaugura domani il suo primo monomarca a Parigi

Con l’inaugurazione ufficiale della prima boutique parigina, programmata per domani, la Corneliani ribadisce l’impegno rivolto al retail e una politica di investimenti mirati a far conoscere l’immagine dell’azienda mantovana al consumatore finale.
Aperto già dal marzo scorso il flagship shop parigino di Rue François Premier riproduce il lay out scelto dall’architetto Monti per il prestigioso punto vendita di via Montenapoleone a Milano. Corneliani ha chiuso il primo semestre 2003 con risultati in linea con l’esercizio dell’anno precedente, che aveva registrato un fatturato di 115 milioni di Euro, realizzati per il 40 per cento in Italia e per il rimanente all’estero.
"Gli Stati Uniti - ha precisato Maurizio Corneliani, direttore commerciale centrale del Gruppo a fashionmagazine.it - da soli assorbono il 20 per cento dell’esportazione: il nostro Gruppo infatti è presente dal 1983 a New York con una società diretta che gestisce gli aspetti commerciali per il Nord America e dal 1999 cura più da vicino la licenza con Polo Ralph Lauren".
Un altro mercato importante è il Giappone, ben presidiato da 15 shop in shop distribuiti nei più importanti department store.
Il Gruppo, con i suoi marchi di abbigliamento maschile formale e tempo libero Corneliani e Trend Corneliani, è inoltre presente direttamente a Marbella, a Ekaterinburg e a Città del Messico dove conta di aprire presto altri tre negozi.
Un altro appuntamento importante è programmato in novembre con l’inaugurazione della nuova boutique fiorentina, per la cui sede è stato scelto un indirizzo storico: il Palazzo dell’Arte della Lana, in via Calimala.
Intanto a Milano, in attesa della definizione della causa con Gucci (che, divenuto proprietario dell’intero immobile di via Montenapoleone, pretende la restituzione dei locali) l’azienda di Mantova si è assicurata uno spazio con 250 metri quadrati di vendita in via San Pietro all’Orto.
t.m.
stats