Cotonificio Albini: il fatturato 2007 sfiora i 170 milioni di euro

Il Cotonificio Albini - tra i protagonisti, in questi giorni, di Milano Unica - archivia il 2007 con un giro d'affari di 169 milioni di euro, in aumento dell'8% rispetto all'esercizio 2006. Pur stimando un 2008 più difficile rispetto al biennio precedente, i vertici del gruppo restano ottimisti.
Il consigliere delegato Silvio Albini ha infatti affermato: “Crediamo che ci sia spazio nel mondo per un made in Italy che esprima il meglio dei propri valori, come la cura del prodotto, la qualità e l'attenzione al cliente”.
Il gruppo, tra i leader europei nella produzione di tessuti per camiceria con esportazioni che raggiungono il 70% dei ricavi totali, conta oggi oltre 1.400 dipendenti e otto stabilimenti, di cui sei in Italia e due nella Repubblica Ceca. Per sfiorare la cifra di 170 milioni di euro di fatturato ha puntato sull'innovazione e sui servizi di pronto a magazzino.
A tal proposito l'azienda presenta a Milano Unica la nuova edizione della linea Albini Classic Express, oltre a tre tranche di “pronto” Silverine, Goldline e David & John Anderson, con etichetta Thomas Mason. Per quest'ultima, il Cotonificio Albini procede nel progetto di innalzamento della qualità dell'offerta e di rafforzamento nelle proposte più sportive. Alla rassegna tessile, in primo piano anche la collezione Albini, sempre più orientata alla ricerca nei finissaggi e all'utilizzo di nuovi filati.
e.f.
stats