Cpd punta al rinnovamento

Si respirava aria di rinnovamento al Cpd di Düsseldorf, il salone del womenswer e degli accessori che ha chiuso i battenti ieri nella città tedesca. In lieve crescita (+2%) il numero dei visitatori, circa 20mila contro i 19.600 di un anno fa. Ma se si confronta il dato con l'edizione dello scorso luglio, quando le adesioni sono state 18.700 (escludendo l'area dedicata all'intimo Bodylook), la crescita è del 6%.
Sempre più segmentato per tipologia di prodotto, Cpd ha presentato 1.010 collezioni da 31 Paesi, incluso il nostro, che in occasione di questo appuntamento ha raddoppiato il numero di espositori nell´area "Italian Suite" in confronto con l'estate 2009, totalizzando 44 collezioni. “Un bel risultato - ha detto Armando Honegger, a.d. di HonnegerGroup, partner di Igedo e di Emi-Ente Moda Italia, che ha coordinato l'area italiana, nell'organizzazione della fiera – che va incontro all'esigenza di molti buyer i quali, per differenziarsi, scelgono marchi di nicchia e di valore provenienti dalla Penisola, in modo da rafforzare la propria identità”. Nell'Italian Suite, arredata come un gran salotto, hanno debuttato tra gli altri Bonfanti Borse di Gorla Minore (Varese), con modelli in feltro destinati alla fascia media, Stella Esteban di Como con una serie di bijoux in tessuto e pietre semi-preziose, Bun di Venezia con capi e accessori in pelliccia e Mango´s di Montegranaro (Fermo), che ha reso fashion il classico stivale in gomma da cavallo arricchendolo con dettagli in pelle e decori trapuntati.
In fiera si sono presentati tutti i modi di dire abbigliamento femminile, comprese le proposte per le taglie forti e le gestanti. Secondo studi condotti dagli organizzatori, del resto, il 56% delle donne tedesche veste dalla taglia 48 in su, “un segmento importante - ha sottolineato Mirjam Dietz, executive director fashion di Igedo Company – che necessita di brand innovativi”. Da qui l'idea di lanciare "Big is Beautiful", sezione che ha accolto una cinquantina di marchi.
Ormai abbandonati i settori dell´intimo e dell´uomo, giudicati da Mirjam Dietz “di minor peso rispetto a quello della donna e con logiche distributive diverse”, Cpd guarda avanti, anticipando per la prossima edizione un "fuori salone" che accoglierà un centinaio di nomi a Belsenplatz, nel centro della città, dal 24 al 28 luglio 2010 in contemporanea con la kermesse propriamente detta. “In questo modo – ha precisato Dietz - rispondiamo alle precise necessità di una fetta di agenti che attualmente occupano i cosiddetti showroom temporanei”. In Russia, si avvicina un'altra iniziativa "by Igedo": la fiera moscovita Cpm (dal 24 al 27 febbraio), “che si preannuncia positiva, con circa 1.200 brand (+20% rispetto a settembre) e segnali di mercato confortanti”, come ha dichiarato Christian Kash, project manager di questo evento.
m.f.
stats