Cpm: oltre 16mila buyer al salone di Mosca. Incisiva la presenza italiana

Sono stati 16.100 i compratori presenti alla 12esima edizione di Cpm, Collection Première Moscow, nella capitale russa: il salone organizzato da Igedo, che ha chiuso i battenti il 27 febbraio, ha ospitato 1.300 brand da 34 Paesi, tra cui il nostro con il coordinamento di Emi-Ente Moda Italia.
Soddisfatti i portavoce di Igedo, nonostante il calo "fisiologico" di 1.800 presenze rispetto a un anno fa: come sottolineano, infatti, più della metà dei visitatori era direttamente attiva nel commercio (il che equivale a un 10% in più in confronto con l'analogo appuntamento 2008) e uno su quattro era in visita per la prima volta.
Apprezzati sono stati un'offerta ampia e variegata, una struttura fieristica parzialmente rinnovata, un buon livello qualitativo delle proposte e una formula efficace, che ha trovato nelle sfilate il suo momento clou.
Oltre 7mila persone hanno seguito i seminari (oltre 30) del Russian Fashion Retail Forum, un'iniziativa che l'ente tedesco ha messo a punto in cooperazione con l'associazione russa dei dettaglianti A.P.R.I.M.. "È andata molto meglio del previsto - ha commentato Philipp Kronen, managing partner di Igedo Company -. Tutti i principali buyer sono venuti a Mosca, perché il commercio percepisce di poter captare da noi valide informazioni utili al suo futuro. Sono comunque fiducioso nel fatto che l'anno prossimo questa tempesta sarà passata". Antonio Gavazzeni, presidente di Emi-Ente Moda Italia, ha ribadito l'importanza di "esserci" soprattutto in fasi critiche come l'attuale. "Nonostante il difficile quadro macro-economico - ha puntualizzato - le aziende del made in Italy ci hanno detto di avere incontrato qui praticamente tutti i buyer più importanti del Paese e delle aree limitrofe, tra cui un numero consistente di new entry". "Per un territorio grande e frammentato come è quello russo - ha continuato - l'appuntamento con Cpm è senz'altro l'unico in grado di attirare i compratori e quindi uno strumento fondamentale per continuare a presidiare il mercato, promuovendo la moda italiana". Tra gli eventi in calendario, da segnalare il successo della conferenza stampa "Made in Italy at Cpm", con interventi, oltre che di Gavazzeni, anche di Gianfranco Di Natale (d.g. di Sistema Moda Italia), Roberto Pelo (direttore dell'Ice) e Philipp Kronen, alla presenza dell'ambasciatore italiano a Mosca, Vittorio Claudio Surdo.
a.b.
stats