Crescono i visitatori all’edizione numero 80 di Macef

Si è chiusa con un sensibile aumento dei visitatori l’edizione numero 80 di Macef, che si è svolta dal 20 al 23 gennaio nei nuovi padiglioni di Fiera Milano, occupandone l’intera superficie. Su uno spazio di oltre 165.000 metri quadrati netti, con circa 3.500 aziende espositrici e 85.000 visitatori (incremento del 15% rispetto all’anno precedente), il percorso è stato organizzato in modo da identificare vari modelli espositivi.
La nuova formula ha posto al centro del progetto la distribuzione e il consumatore, puntando a proporre idee e soluzioni per il punto vendita. Nell’ambito dell’oggettistica per la casa, vero “cuore” della manifestazione, interessante la presenza di griffe moda, quali Valentino, Blumarine, Missoni, che firmano cristalli, porcellane e tessuti in sintonia con le collezioni abbigliamento. Mentre sembra affermarsi un gusto più essenziale e monocromatico per il tessile, coesistono proposte di grande vivacità e sperimentazione, anche di ispirazione orientale.
Nel settore bijoux e accessori moda, molto interessanti le tendenze al gioco ironico di abbinamenti, all’oggetto scherzoso e scomponibile come si è visto da Exito, Nomination, Airoldi. Presenti anche proposte di accessori di grande ricercatezza, come le collezioni Passigatti di foulard, sciarpe, scialli in chiffon, seta, organza con bordature di struzzo e pelliccia.
La cerimonia di chiusura del Macef ha visto il passaggio del testimone dal designer nipponico Toshiyuki Kita, ad Agatha Ruiz de la Prada, che nel Macef Gennaio 2007 allestirà lo spazio dedicato alla Spagna.
f.d.s.
stats