Csp International: il risultato pretasse trimestrale torna positivo

Dopo tre trimestri in perdita, il risultato anteimposte di Csp International è risultato positivo per 1,5 milioni di euro nella trimestrale chiusa il 30 settembre scorso. Sebbene il valore risulti inferiore a quanto totalizzato nell’analogo periodo dello scorso esercizio (2,6 milioni di euro), si tratta di una prima positiva inversione di tendenza per la società della calzetteria, che vede tra gli obiettivi del piano industriale triennale il ritorno all’utile di bilancio nel 2005.
Il terzo trimestre, tuttavia, ha visto i ricavi della società di Ceresara (Mn) scendere a 38 milioni di euro, in flessione del 7,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Andando più in dettaglio, si sono rivelate in controtendenza le vendite della corsetteria, che hanno fatto registrare un +9,7% a 1,5 milioni di euro. La calzetteria, invece, ha risentito del calo generalizzato dei consumi che ha colpito il comparto (da gennaio ad agosto 2003 è un -11%, in base ai dati di Gfk Italia), anche se i prodotti della nuova linea di collant cosmetici Sanpellegrino BioComplex hanno mostrato un andamento positivo (vedi fashionmagazine.it del 4 luglio).
In linea con gli obiettivi di diversificazione del management, la produzione di intimo seamless e corsetteria nel suo complesso è arrivata a realizzare il 36,3% del fatturato, dal 30,6% risultante al 30 settembre 2002. Per il 2006, invece, l’incidenza sul turnover è stimata al 50%.
Dal momento che la perdita prima delle imposte a nove mesi si è attestata a 5,8 milioni di euro, Csp International ha confermato che l’intero esercizio dovrebbe terminare con un rosso dopo le imposte di circa 10 milioni di euro, eventualmente ridimensionabile in base all’andamento di Sanpellegrino BioComplex.
Le linee guida nel piano strategico 2004-2006, confermate dal gruppo nel corso del cda di oggi, vedono la stabilizzazione del fatturato di esercizio attorno ai 150 euro per azione, il pareggio a livello di risultato prima delle imposte e delle voci straordinarie nel 2004, un margine operativo lordo superiore al 10% del fatturato nel triennio e un risultato operativo superiore al 5% del fattturato a partire dal 2006.
e.f.
stats