Da Fay arriva Roberto Magnani e si rinforza il sodalizio con Aquilano e Rimondi

Giro di poltrone ai vertici di Fay, marchio del gruppo Tod's. Da gennaio è infatti in forze in qualità di direttore generale Roberto Magnani, che rimpiazza Giulio Guasco. L'avvicendamento sancisce il nuovo corso della griffe, che stringe le maglie della collaborazione con il duo Aquilano e Rimondi, affidandogli anche il menswear.
Roberto Magnani - dopo una consolidata esperienza in realtà come Costume National, Genny e Gianfranco Ferré - si insedia dunque ai vertici di Fay in un momento cruciale per la label, impegnata a dare alle collezioni una forte spinta nel segno dell'internazionalizzazione. A questo fine, la società ha infatti deciso di puntare con decisione sulla coppia di designer, chiamati a occuparsi del brand per cinque anni, non solo sul côté femminile, ma anche su quello maschile.
Del resto lo stesso Della Valle, in occasione dell'annuncio della nomina di Tommaso Aquilano e Roberto Rimondi (vedi fashionmagazine.it del 18 maggio), aveva lasciato intendere che non si sarebbe trattato di un amore mordi e fuggi (ossia di una capsule collection, come era successo per esempio nel caso di Giles Deacon), ma di un'intesa di più ampio respiro. Ora, dopo la sfilata dello scorso settembre e la prova (sembrerebbe brillantemente superata) della prossima collezione, on stage durante la fashion week milanese, arriva la conferma.
a.t.
stats