Da oggi a Basilea le novità griffate, e non, dell’orologeria e della gioielleria

L’evento più importante dell’anno per il settore degli orologi e dei gioielli prende il via oggi a Basilea con numeri da capogiro e molte novità sul fronte griffe della moda. Baselworld, protagonista nella città svizzera fino al 22 aprile, schiera, infatti, 2.186 espositori provenienti da 44 Paesi e prevede un’affluenza di circa 80.000 visitatori da tutto il mondo.
Blumarine, Laura Biagiotti, Dior, Gucci e Versace sono solo alcuni dei marchi della moda presenti con stand e promotori di eventi ad hoc, volti a esaltare le nuove collezioni di segnatempo. Christian Lacroix lancia invece a Basilea una linea di gioielli.
L’offerta del salone è particolarmente ampia e si sviluppa su una superficie espositiva di 110.609 metri quadri, così strutturata: i padiglioni 1, 4 e 5 sono dedicati ai marchi dell’orologeria, il 2 a quelli della gioielleria (ed è in questi che sono presenti principalmente le griffe) mentre il 3 è riservato a diamanti, perle, pietre preziose e settori affini.
Il padiglione 6 di nuova concezione, battezzato Hall of Universe, ospita invece i 650 espositori delle 27 collettive nazionali, che esporranno prodotti non firmati di orologeria, gioielleria, pietre preziose, perle e articoli correlati: la direzione di Baselworld (presidiata da alcuni mesi da Sylvie Sengelin-Ritter, che ha preso il posto René Kamm nominato chief executive officer) ne ha ampliato quest’anno la capacità espositiva portandola a 28.000 metri quadri, per concentrare a Basilea anche questo segmento d’offerta, nel 2003 ospitato a Zurigo.
A Ginevra, come di consueto, si terrà invece dal 19 al 25 aprile il Salon de la Haute Horlogerie (Sihh), che raggruppa in una vetrina ancora più esclusiva i dieci top brand di orologi al mondo.
Un’ultima curiosità: quest’anno compie vent’anni il Panel di Baselworld, il “tribunale arbitrale” interno del salone, che a ogni edizione offre un valido contributo per la tutela della proprietà intellettuale e le cui decisioni, in molti casi, hanno effetto anche al di fuori della kermesse, costituendo la base per le sentenze dei tribunali competenti nelle varie nazioni.
e.a.
stats