Datch punta su sport e entertainment e prosegue la strategia di espansione

Datch sposa lo sport e lo spettacolo e diventa title sponsor del Forum di Milano. Continua l'affermazione del marchio di abbigliamento di proprietà della veneta Rubra. Con un giro d'affari di oltre 50 milioni di euro, l'azienda ha in atto un rinnovamento che la investe a 360 gradi.
A cominciare dal sodalizio con ForumNet, rete internazionale per lo spettacolo, lo sport e il tempo libero che appartiene al Gruppo Cabassi. Del network fa parte il palazzetto milanese, ribattezzato Datchforum tramite una partnership della durata di 15 anni e un investimento da parte di Rubra di circa un milione di euro l'anno. "Il perché di questa scelta è chiaro - afferma Adriano Pedio, fondatore del marchio -. Datch e Datchforum hanno lo stesso target. Si rivolgono a un pubblico dinamico, attento alle tendenze, giovane e interessato alla musica e agli spettacoli". Presto la griffe aprirà anche un punto vendita negli spazi dell'arena, che ha già cominciato a personalizzare. L'immagine e la comunicazione sono in effetti due voci su cui l'azienda ha intenzione di scommettere.
"L'investimento per il 2006 - continua Pedio - sarà dell'8-10% del fatturato, che prevediamo arrivi a circa 60 milioni di euro". Novità in vista anche al capitolo distribuzione. Il marchio è già presente in 1.000 punti vendita italiani e sta puntando all'espansione di monomarca, che vedrà a breve l'apertura dei primi store a Milano, Bologna, Ravenna e Stoccarda. Ma ci sono anche Stati Uniti e Giappone tra i Peasi in cui Datch viene distribuito. Con la primavera-estate 2007 alle linee uomo, donna, accessori e underwear si aggiungerà una nuova collezione junior, suddivisa in Datch dolls e Datch dudes, rispettivamente per lei e per lui.
m.g.
stats